sesso, telefono erotico

Sesso nella coppia!!!

cropped-47.jpg

Un lavorone… non c’è niente da fare, il sesso nella coppia è un lavorone!!! Correggimi se sbaglio… Intendo quello con LA DONNA DELLA VITA, che si ha anche la fortuna di sposare (hai detto niente!)

All’inizio sicuramente sono fuochi d’artificio che nemmeno sulla striscia di Gaza, ma col passare del tempo e l’evolversi del rapporto e tutti gli annessi e connessi che inevitabilmente sopraggiungono (a parte la routine, gli scazzi per la casa, quella che piace a te non piace a lei, e la suocera che si ammala, e un ritardo di tre mesi che grazie a Dio si risolve ma che fa cambiare prospettiva, il contratto di lavoro scaduto e non rinnovato, la mezza sbandata per il/la jogger al parco o il tanga di quella sugli scogli…) attentano davvero al raptus che vi porta a un pompino al volo fatto nel garage del condominio, prima di salire con i sacchetti della spesa e al diavolo i surgelati e la cena da preparare, che fra meno di 2 ore arrivano i quattro genitori per festeggiare il compleanno del pupo…

Gli scazzi di esempio che ho elencato hanno un effetto quantomeno anticoncezionale/narcolettico sulla sessualità acrobatica dei primi tempi (quasi quanto i bigodini, i pigiamoni di pile e le babbucce targate Disney, chi le usa in presenza del marito andrebbe sanzionata penalmente!)… Dico bene?

Certo, l’inizio, quando siete INNAMORATI non è FANTASTICO, è di più, essere dentro l’uno nell’altra è la cosa più giusta e inderogabile di tutta la storia del mondo, poi pian piano…

È quasi impercettibile, ma la frequenza si dirada, e anche l’intensità dei gesti e le sensazioni che ne derivano si “ridimensionano”, “sbiadiscono”, si “diluiscono”… Magari è questione di anni, ma dopo cinque anni al ritorno dall’ufficio col traffico congestionato, difficilmente c’è l’urgenza di aprirla come una mela facendo a tempo a malapena a chiudere la porta di casa e sbatterla sul pavimento di marmo dell’ingresso… Mi spiego?

Però è anche consolante e rassicurante quel corpo che ami e che ti ama, che ti accoglie e che ti conosce e riconosce, che sa come farti godere, che si muove in quel certo modo così giusto quando sente che stai per venire… Come puoi rinunciare a tutto questo?

Ma soprattutto: come riuscire a fare in modo che quel corpo che mi ama rimanga irrinunciabile, malgrado i difetti reciproci? Che nessun’altra distrazione mandi a ramengo il matrimonio (e il rapporto coi figli e con la banca per il mutuo, e i suoceri che “gliel’avevano detto dal primo giorno che sarebbe finita così!”)… Ci sono molti modi, uno di questi è il “pepe al culo”, e poi sicuramente ci vuole impegno, un lavorone, giust’appunto… Ma è un lavoro da fare in due, perché in questo senso la collaborazione è necessaria quanto l’aria che si respira. In absentia, ciccia!

Come fare? Intanto il rispetto, che non deve mai venire a mancare (può finire l’amore, e quello è quasi sempre inevitabile, perché non siamo falchi, lupi o pinguini) ma in barba a tutto, il RISPETTO NON DOVREBBE MAI VENIRE A MANCARE! All’altare, davanti a quell’esercito di invitati che non vedono l’ora di abbuffarsi, si dovrebbe giurare solo il rispetto eterno, mica l’amore, perché l’AMORE (e l’attrazione fisica) col tempo, volente o nolente, si trasforma e senza rispetto si estingue, la mancanza di rispetto l’AMORE lo polverizza… perché il rispetto è quello che impedisce di uccidere il rapporto senza possibilità di appello. Non foss’altro perchè se rispetti l’altro/a, anche se ormai siete fratello e sorella, le liti saranno più ragionevoli, meno devastanti e sgradevoli, non saranno senza ritorno e, soprattutto, gli avvocati costeranno meno (per carità, non me ne vogliano gli Avvocati)…

Quindi, come fare a non estinguere troppo in fretta l’AMORE e l’attrazione fisica?

A questo bisogna lavorare da subito, da quando hai capito che QUELLA è la  PERSONA GIUSTA! Ci vanno coraggio e fantasia! E il non pensare che <<questo mia moglie non potrà farlo mai!!!>> Per intenderci: De Niro in “Terapia e pallottole” spiega a Billy Crystal che l’amante ce l’ha per farsi fare i pompini perché la moglie non può, perché guai se la bocca che bacia i miei figli…  

Non avere paura di far esprimere liberamente le fantasie e le voglie della donna che ami, soprattutto all’inizio, e negli anni non smettere mai di ribadirglielo, chiedile di aprirsi, falle confessare l’inconfessabile, falle tirare fuori il marcio, non avere paura di seguirla nella toilette del ristorante per scoparla come se tu fossi uno sconosciuto con cui fare del sesso torbido e lascivo, da consumare anche frettolosamente promettendole che la seguirai fino a casa <<per continuare>>. Certo però, che quando comincia a confessare, dovrai accettare INCONDIZIONATAMENTE le sue confidenze, prenderne atto e accettarle INCONDIZIONATAMENTE come una parte di lei… Comunque, per precauzione, ascoltala da seduto!

Ad esempio tentala con le cose più indegne anche mentre sceglie la pasta al supermercato e non solo quando gliela stai leccando (<<Come vorrei fare una gara con qualcuno – o qualcuna – per vedere chi te la lecca meglio!>>). Torna a casa con qualche libro di letteratura erotica o porno, o un kamasutra e mettete in pratica quello che leggete, non lesinate spedizioni punitive in qualche sexy shop.

SE avrai il coraggio di superare i limiti dell’urgenza genetica che ahimé ti possiede, allora sarà tutto più facile. Anche perché unitamente a quel cavolo di istinto, ci sono i retaggi culturali e religiosi che lo assecondano! Cos’è l’urgenza genetica? L’urgenza genetica è un istinto, è quella “cosa” per cui i cani maschi alzano la zampa sull’ennesimo albero anche dopo sei ore di passeggiata per marcare il territorio. È quella sensazione di fastidio (o rabbia!) che provi per la ex anche se non ti attira più, anche se l’hai scaricata, ma se vieni a scoprire che si è messa con un altro, ti dà fastidio o ti fa incazzare. È quella cosa per cui se la ragazza che hai trascurato e che avresti potuto trattare meglio ti lascia, ti senti in diritto di farle stalking, se non addirittura di seppellirla dopo l’ultimo chiarimento… E non dirmi che non è vero, perché sono millenni che veniamo uccise, da quando il maschio ha capito che è lo sperma che dà origine a un figlio, un figlio per cui bisogna andare a caccia (oggi a lavorare!) rischiando di morire e sacrificando energie e risorse, per cui sarà meglio che quel figlio sia mio, altrimenti… E tutto questo modus pensandi ha il beneplacito delle tre grandi religioni monoteiste (perché fondate da uomini!) – oltre che dalle mamme! Le mamme dei figli maschi sono le più grandi sostenitrici del maschilismo, quanto a maschilismo danno merda anche a Mussolini!

Questo comporta la differenziazione tra due grandi categorie: le donne da scopare e quelle da sposare! Quelle da scopare sono quelle appariscenti, magari un po’ pacchiane e/o sguaiate, che a letto possono/devono fare l’impossibile, quella che può fare le orge, che può essere lesbica, ma non ti sogneresti mai e poi mai di introdurla nella tua vita “normale”, di presentarla come fidanzata al pranzo della domenica da mammà e parenti tutti!

Poi ci sono quelle da sposare, le brave ragazze, ILLIBBBBBATE/ASESSUATE, quelle che si notano a malapena, con un abbigliamento sobrio, quasi castigato, che sa stirare le camice e fare le lasagne come quelle della mamma (quasi, la mamma è irraggiungibile!), che si appresta al patibolo una volta al mese, che te la fa vedere solo il sabato sera, con la luce spenta (quindi la vedi anche poco!) tu sopra lei sotto, e che non si vada oltre <<che poi si stropicciano le lenzuola e certe cose io non le faccio, non sono una di quelle, io! Se vuoi fare altro, rivolgiti altrove!>> E se poi ti rivolgi altrove, ti spenna con gli alimenti. Ma in fondo, una così fa piacere anche a te, perché se non le piace con te, non le piace nemmeno con gli altri (illuso!), e poi guai se la bocca che bacia i miei figli… Sbaglio?

Io la vedo in un altro modo, perché posso garantire che anche noi donne abbiamo pulsioni sessuali inconfessabili (cioè inconfessabili perché non possiamo confessarli, grazie a stì cazzo di dettami religioso/culturali, anzi, ACULTURALI!) e che non ci va di confidare all’uomo che desideriamo e che abbiamo sposato sennò si farebbe un’idea sbagliata di noi. Gli faremmo fare brutta figura al pranzo della domenica con la famiglia. Solo che con gli anni la sessualità “asettica” della donna pudica si spegne nel giro di tre mesi, altro che anni, e allora si diventa davvero fratello e sorella e i difetti dell’altro davvero diventano insopportabili! Dico bene?     

Parliamoci chiaro, dopo anni, sempre la stessa figa ti annoia, e a noi donne anche! Ecco una cosa che non possiamo confessare! Ma te la dico io: DOPO UN PO’ DI TEMPO LO STESSO CAZZO CI ANNOIA, SAPPILO! E allora, in previsione di questa noia, preparatevi entrambi da subito, da prima che cominci quell’evoluzione emotiva e sessuale che inevitabilmente sopraggiunge. Inevitabilmente perché noi non siamo falchi, pinguini o lupi. Biologicamente parlando, LORO sono nati per stare insieme finché morte non li separi, ma noi no! Per cui, SE il rapporto fortunatamente perdura da 20/30/40 anni, in barba ai retaggi aculturali, al primo sentore di noia, tua o sua, non avrete paura di mettere in pratica le vostre fantasie, perché nel corso degli anni, dall’inizio ve le siete confessate e promesse! Soprattutto quelle che esulano o contrastano con il pensiero ipocrita piccolo-borghese, e allora iniziate con qualche piccola pazzia, non dico di arrivare ai livelli del Marchese Casati Stampa e sua moglie Anna, che poi hanno fatto una brutta fine (vai su wikipedia!) un week-end in qualche SPA o per un corso di tantra, e se non basta, ci sono le vacanze separate, o un giro in qualche privé, o lo scambismo… Lo scambismo lo ritengo positivo, perché può rappresentare un motivo di complicità e non di divisione, come può essere una relazione clandestina o un giro a puttane! Con lo scambismo non ci sono sotterfugi, inganni, bugie che sono la vera mancanza di rispetto! Quello che succede durante un incontro scambista è cercato e approvato e accettato da tutti! E poi il pepe al culo che ti mette, lo scambismo… Da che la guardavi appena, se la vedi alle prese con due cazzi nuovi, tua moglie torna a essere l’oggetto del desiderio dei primi tempi! Idem per lei, a vedere il tuo cazzo sparire nella figa di una e uscirne grondante per essere ripulito dalla bocca di un’altra!        

         Scoprirai quanto è bello essere succhiati da due bocche entusiaste, una delle quali lo fa con un’urgenza maggiore perché vuole essere più brava della “novità” o quanto è eccitante scopare la tua donna insieme a un altro cazzo in contemporanea, quella stessa figa che hai leccato un’infinità di volte e che punirai non appena avrete chiuso la porta di casa! E senza sapere che lei, per niente intimidita, continuerà a masturbartelo anche in macchina mentre state tornando a casa alle 4 del mattino come l’ultima delle puttane baraccone!  

Con lo scambismo, torna la gelosia dei primi tempi che ridà vigore al rapporto e alla voglia di stare ancora insieme, di invecchiare insieme, per sempre. E se per raggiungere questo per sempre è necessario qualche diversivo, e sia, che sarà mai, meglio qualche allegra e spensierata TRASGRESSIONE insieme che un malaugurato divorzio, che ti porterebbe a ripiegare su un monolocale, a fare economie davvero umilianti e a passare le domeniche alla Caritas per un piatto caldo, a perdere la stima dei figli ecc. ecc. Me l’appoggi? (Non lì, un po’ più giù, ecco, lì, bravo, grazie!)  

Mi farai sapere? Resto sempre in attesa delle opinioni, confessamele, abituati a tirare fuori il marcio, con Masha puoi farlo…

Un abbraccio, Masha,

349.6521447

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...